spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Giugno 2018 Luglio 2018 Agosto 2018
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 27 1
Settimana 28 2 3 4 5 6 7 8
Settimana 29 9 10 11 12 13 14 15
Settimana 30 16 17 18 19 20 21 22
Settimana 31 23 24 25 26 27 28 29
Settimana 32 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Numero 25 arrow Colombia : ottobre 2007 in un video la prova che Ingrid Betancourt viva.
Colombia : ottobre 2007 in un video la prova che Ingrid Betancourt viva. PDF Stampa E-mail
Scritto da GIM   
domenica 02 dicembre 2007

ImageIngrid Betancourt con i capelli molto lunghi appare smagrita, provata, ma è in vita. Sequestrata da oltre quattro anni, la giovane deputata colombiana di origine francese era candidata alle elezioni presidenziali con grandi possibilità di essere eletta, quando venne rapita dalle Farc. Malgrado l’assenza di notizie i genitori, il marito, i figli non hanno mai smesso di sperare e sostenere ogni iniziativa per la sua liberazione. In Francia sia il presidente Chirac che Sarkozy hanno sempre appoggiato le iniziative a favore della liberazione di Ingrid Betancourt . E’ il presidente del Venezuela , Hugo Chavez, ad aver “rimescolato le carte Betancourt”, inviando in Colombia propri mediatori in grado di instaurare trattative con le Farc.A questi ultimi dovevano far probabilmente riferimento i tre guerriglieri, catturati dalla polizia del presidente colombiano Uribe. I tre avevano in una chiavetta ubs , la prova dell’esistenza in vita di Ingrid Betancourt, di tre ostaggi americani, (dei quali Bush si disinteressa completamente) e di altri prigionieri colombiani.

Uribe, che in Colombia ha ormai consolidato la propria posizione , ha sempre messo al primo posto la lotta al terrorismo e la linea dura contro i guerriglieri (che detenevano la sua concorrente). In questa occasione però pur richiedendo il rilascio immediato ed unilaterale di tutti gli ostaggi, sembra voler tener conto delle pressioni internazionali, e lasciare margini di manovra all’iniziativa del presidente Chavez.

Ultimo aggiornamento ( domenica 02 dicembre 2007 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB