spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2017 Settembre 2017 Ottobre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 35 1 2 3
Settimana 36 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 37 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 38 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 39 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Numero 30 arrow Media e Minori: meglio vigilare contro la pedopornografia
Media e Minori: meglio vigilare contro la pedopornografia PDF Stampa E-mail
Scritto da La redazione   
martedý 29 gennaio 2008

 ROMA – "L'attenzione ai minori è un tema strategico- si legge in una nota del ImageMinistero delle Comunicazioni- insieme a quello del contrasto alla pedopornografia". Parte così, dal 10 gennaio la campagna di sensibilizzazione promossa da ministero delle Comunicazioni e Rai, e dedicata al rapporto tra minori e programmi televisivi. Diretta ai genitori per un corretto usi della Tv da parte dei minori la campagna si chiama "Bambini e Televisione: meglio non distrarsi". Occhi aperti, inoltre, sulle insidie della “rete”: in 6 anni nel nostro paese sono stati 187 gli arresti per pedopornografia, 3.655 le denunce, 3.346 le perquisizioni e ben 155 siti web chiusi (dati al 21 giugno 2007).

Elvira D’Amato, vicequestore aggiunto e funzionario del servizio di polizia postale addetto al coordinamento operativo delle indagini di pedofilia in rete, ne ha parlato l’agenzia Redattore Sociale: difficile dire se il fenomeno sia in aumento, di certo crescono l’utilizzo del web e la facilità con cui si può reperire materiale pedopornografico.

 

“Non esiste un profilo tipo del pedofilo; in rete c’è un po’ di tutto: dagli adolescenti agli ottantenni. Fanno eccezione le donne, che non sono quasi mai implicate direttamente”. In termini di prevenzione è stato creato l’Osservatorio per il contrasto della pedofilia e della pornografia minorile, istituito presso il Dipartimento per le politiche della famiglia il 30 ottobre scorso ed entrato in vigore lo scorso 5 gennaio. Voluto e pensato per studiare e monitorare il fenomeno degli abusi sui minori , intende per garantire un'azione di prevenzione e repressione efficace da parte delle istituzioni. Dal 1° febbraio, poi, sarà inaugurato il Centro online contro la pedopornografia che vede impegnati insieme Polizia postale e ministeri dedicati.

Ultimo aggiornamento ( mercoledý 30 gennaio 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB