spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2017 Settembre 2017 Ottobre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 35 1 2 3
Settimana 36 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 37 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 38 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 39 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Lavoro&pari opportunitą arrow Informazioni e notizie arrow Festa della donna al parlamento europeo
Festa della donna al parlamento europeo PDF Stampa E-mail
Scritto da M.Giuliani   
sabato 15 marzo 2008

 Bruxelles -Marzo 2008-Il Parlamento europeo ha celebrato giovedì 6 marzo la GiornataImage Internazionale della Donna 2008, organizzando, la Conferenza « Il ruolo delle donne nel dialogo interculturale », in sintonia con l’anno europeo sullo stesso tema e il Seminario « Il gender-mainstreaming nei lavori parlamentari ». Anna Záborská, Presidente della Commissione dei Diritti della Donna e la Parità di genere del PE, ha accolto e presentato i partecipanti. Dopo il saluto del Presidente Pöttering, hanno proseguito Gertrude Mongella, Presidente del parlamento Panafricano, Nimette Cuburkçu, Ministra del Lavoro, della famiglia e degli Affari sociali (Turchia), Naomi Chazan (Israele) e Amel Kreishe (Territori Palestinesi), quindi sono intervenuti Membri della Commissione Internazionale delle Donne, Eurodeputati ed Eletti della Rete delle Commissioni Parlamentari per le PO tra donne e uomini nei Parlamenti nazionali dell’UE.

Riferendosi alle situazioni di violenza sul continente africano Mongella ha ricordato che « Non ci può essere dialogo interculturale senza coesistenza pacifica »,. In accordo con lei le rappresentanti israeliana e palestinese « senza la pace è difficile arrivare alla parità donne – uomini. » Individuando nella Conferenza di Pechino l’inizio di una rivoluzione dalla quale non si può tornare indietro tutte le relatrici hanno sostenuto l’Unità delle Donne a livello mondiale, rispetto delle differenze, importanza del dialogo interculturale (con le donne al centro) e della pace. La deputata Kathalijne Buitemveg (Verdi/ALE, Olanda) ha proposto di nominare un Rappresentante europeo per la protezione dei diritti delle donne nelle relazioni internazionali, alle dipendenze dell’Alto rappresentante per la politica estera. Il Presidente del PE ha subito appoggiato la proposta.

Al seminario sul gender mainstreaming hanno preso parte 19 delegazioni provenienti dai Parlamenti nazionali, in più dalla Turchia, dalla Macedonia e dal Consiglio d’Europa. Al centro del dibattito lo scambio delle migliori pratiche in materia di PO donne –uomini nei Parlamenti nazionali. La necessità della collaborazione sistematica con i Parlamenti nazionali per ripensare e ampliare le PO ( anche secondo gli indicatori di Pechino), con la parità dei sessi nel Trattato di Lisbona : valore ed obiettivo dell’Ue. Dal punto di vista pratico, gli Eletti della Rete dei Parlamenti nazionali devono vegliare all’adozione rapida delle direttive UE relative alla politica delle donne. Tutte le partecipanti hanno sottolineato il ruolo guida del PE nel campo dei Diritti delle donne in Europa e nel mondo. La giornata : un’esperienza in sé di dialogo interculturale, un momento di riflessione sui prossimi obbiettivi.

(Marisa Giuliani . Brx 7 marzo)

 

Ultimo aggiornamento ( sabato 15 marzo 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB