spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Novembre 2018 Dicembre 2018 Gennaio 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 49 1 2
Settimana 50 3 4 5 6 7 8 9
Settimana 51 10 11 12 13 14 15 16
Settimana 52 17 18 19 20 21 22 23
Settimana 1 24 25 26 27 28 29 30
Settimana 54 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Numero 36 arrow Turismo sessuale: una vergogna italiana
Turismo sessuale: una vergogna italiana PDF Stampa E-mail
Scritto da I.Giacobbe   
venerd́ 28 marzo 2008

ImageSono ottantamila in più ogni anno i "turisti" italiani in cerca di bambine e bambini da stuprare a pagamento nei paesi poveri: gli Italiani sono in testa a questa turpe graduatoria. Utilizzando la complicità di tour operator senza scrupoli e attraverso l'uso massiccio del web per organizzare da casa viaggi dell'orrore. I luoghi di destinazione sono sempre gli stessi in Asia e nei Caraibi, in Kenia ed in Mongolia. Sfidano le leggi di quei paesi, peraltro molto tolleranti, pagano l'equivalente di una manciata di euro il piacere di avere una bambina o un bambino tutto per sè. In un recente articolo apparso sul Corriere, la girnalista Gabriela Jacomella ha riassunto l'esperienza dei bambini di Santo Domingo, che sono almeno 35mila e che chiunque può "portarseli a letto" per un pugno di dollari dai 10 ai 30, l'equivalente del salario indecente di una settimana dei poveri genitori.

Ultimo aggiornamento ( domenica 30 marzo 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB