spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Agosto 2017 Settembre 2017 Ottobre 2017
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 35 1 2 3
Settimana 36 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 37 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 38 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 39 25 26 27 28 29 30
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Internazionale arrow Lettera alle donne italiane: perchè avete scelto Berlusconi?
Lettera alle donne italiane: perchè avete scelto Berlusconi? PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
lunedì 21 aprile 2008

B.Lovet Si è votato in Spagna, si è votato in Italia. Due paesi mediterranei, due risultatti profondamente diversi. Dalla sua Madrid, San Lorenzo de El Escorial, Begoña Llovet Barquero, editrice e docente invia una lettera appassionata e sgomenta alle donne Italiane. La lettera è stata pubblicata sul sito di Libera Cittadinanza . Ve la riproponiamo integralmente.
Dalla Spagna, come donna di 46 anni, madre di famiglia, imprenditrice e donna della mia epoca, mi rivolgo alle donne italiane, perchè c'è qualcosa che non capisco nella politica italiana, e mi riempie di inquietudine. Silvio Berlusconi è stato votato un'altra volta dalla maggioranza e ha rivinto le elezioni. Sarà il presidente del consiglio italiano, la faccia dell'Italia all'estero e il rappresentante degli italiani e delle italiane.
Quante donne lo avranno votato? Molte, non saprei dire un numero però a giudicare dai risultati, molte. Ci saranno donne nubili, sposate, madri, imprenditrici, lavoratrici, casalinghe e tutte queste hanno votato un uomo che, giorno dopo giorno, in più occasioni offende le donne, le vessa, fa commenti maschilisti e paternalisti e si vanta di una mentalità propria degli anni '50 o più indietro ancora...

Dire che gli imprenditori devono investire in Italia perché ci sono le segretarie con le gambe più belle, dire che le donne di destra sono più belle di quelle di sinistra, dire che il Governo Spagnolo è troppo rosa e che sarà difficile per Zapatero governare tante donne, sono frasi disprezzabili, indegne, inaccettabili in una società democratica e paritaria del secolo XXI.
In Spagna semplicemente non sarebbe possibile, vi immaginereste Rajoy (segretario del PPE, il partito popolare spagnolo), Zapatero o qualsiasi altro politico pronunciare un simile commento? Credo che il giorno seguente sarebbe stato crocifisso da tutti i mezzi di comunicazione, dagli elettori e dai paesi a noi confinanti.

Per il resto, in quanto a Berlusconi, neppure ho voglia di parlare. Sarebbe troppo lungo e troppo triste!

Creato da mariaricciardig
Ultimo aggiornamento ( lunedì 28 aprile 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB