spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Novembre 2017 Dicembre 2017 Gennaio 2018
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 48 1 2 3
Settimana 49 4 5 6 7 8 9 10
Settimana 50 11 12 13 14 15 16 17
Settimana 51 18 19 20 21 22 23 24
Settimana 52 25 26 27 28 29 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Lavoro&pari opportunità arrow Lavoro arrow PRIMO MAGGIO per fermare le morti sul lavoro
PRIMO MAGGIO per fermare le morti sul lavoro PDF Stampa E-mail
Scritto da EP   
giovedì 01 maggio 2008

Image
Ravenna (Foto: ANSA)
ROMA – Anche oggi, PRIMO MAGGIO 2008, nella giornata dedicata alla celebrazione della festa del lavoro nel ricordo delle vittime delle “morti bianche”, e per la riforma dei contratti, 4 operai sono vittime di un incidente: ustionati all'Ilva di Taranto. Nelle parole del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, pronunciate nel corso dell’incontro alla sede dell'Inail romana, è dunque ancora più forte il richiamo ad un’inversione di rotta: "Quando si verificano assurde e atroci tragedie sul lavoro in angosciosa sequenza in cui perdono la vita dei lavoratori –dice- si leva ancor più fortemente il grido 'basta!' Non può continuare così, non ci si può rassegnare come ad un’inevitabile fatalità: dobbiamo tutti rimboccarci le maniche".

A Roma, Napolitano ribadisce inoltre il suo apprezzamento per il discorso di insediamento tenuto dal neo-presidente della Camera, Gianfranco Fini, per la parte in cui ha affermato come, tutti i deputati, senza distinzioni, avvertano l'importanza del tema della sicurezza sul lavoro, mentre a margine del corteo celebrativo per il Primo Maggio a Milano, sono da notare le dichiarazioni della Ministra uscente delle Pari opportunità, Barbara Pollastrini, che in tema di lavoro e di rispetto della sua dignità, dice, il Partito Democratico "non farà sconti" al prossimo governo: “avevamo iniziato ad operare per dare sicurezza e dignità al lavoro: continueremo con una opposizione incalzante sui temi della sicurezza, della dignità e dei diritti soprattutto per le donne”.

.

 

Ultimo aggiornamento ( giovedì 01 maggio 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB