spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

CERCATECI ANCHE SUI SOCIAL @powergender

Calendario Eventi


 
Luglio 2019 Agosto 2019 Settembre 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 31 1 2 3 4
Settimana 32 5 6 7 8 9 10 11
Settimana 33 12 13 14 15 16 17 18
Settimana 34 19 20 21 22 23 24 25
Settimana 35 26 27 28 29 30 31
 


AFFI


tel_antidiscriminazioni_razziali
tel_antitratta
tel_antiviolenza_donna
video testimonianza Bignardi

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home
Essere single: a volte la scelta migliore
Questioni di genere - Articoli
Scritto da Surfing   

ImageLa solitudine di per sé non è negativa. La solitudine può appagare un bisogno grande che c’è in ognuno di noi, un bisogno di libertà. Diverse ricerche sottolineano che molte donne, soprattutto dopo i 45, sono assolutamente soddisfatte del loro status di single. Spesso semplicemente si è vittime degli stereotipi, si pensa che una donna che non ha una relazione sentimentale non sia né realizzata né serena. È il modo di porsi con se stessi a fare la differenza.” E’ fondamentale conoscersi, sapere cosa ci piace e che significato si vuole dare alla propria vita. Si deve principalmente guardare dentro se stessi, anche perché non sempre negli altri ci si può riconoscere. “La maturità in fondo è questa: conoscersi e andare avanti per la propria strada”. Leggi l’articolo integrale su D.Repubblica

 
Il tempo degli uomini brutali è scaduto
Violenza di genere - Donne nel mondo
Scritto da EP   

USA – Applauditissimo il discorso "Il tempo degli uomini brutali è scaduto" che Oprah Winfrey ha tenuto durante la cerimonia dei Golden Globe dove è stata insignita del premio alla carriera. "Dire la verità è lo strumento più potente che abbiamo. [...] Voglio esprimere la mia gratitudine per chi, come mia madre, ha sopportato anni di abusi perché aveva figli da crescere, conti da pagare, sogni da realizzare. Oggi il tempo di questi uomini è finito ed a tutte le ragazze voglio dire: sta arrivando un nuovo giorno".

 
Biotestamento al traguardo
Politica Interna - Biotestamento
Scritto da EP   

ImageROMA - Il biotestamento è finalmente legge: approvato in Senato (14 dicembre 2017), con 180 sì, 71 no e 6 astenuti, il disegno di legge sul testamento biologico che finalmente introduce in Italia le Disposizioni anticipate di trattamento consentendo anche l’interruzione di nutrizione e idratazione artificiali, garantendo finalmente alle persone, in fatto di scelta sulle proprie cure, dignità e autodeterminazione. Dal consenso informato alle nuove disposizioni su accanimento terapeutico, nutrizione e idratazione artificiale: tutto quello che c'è da sapere sulla norma approvata al Senato

------------------------------------------12 e 13 dicembre-----------------------------------------------------------------------------------------

Questa è una settimana cruciale per il diritto all'autodeterminazione. Nella giornata di martedì 12 dicembre, la legge sul BioTestamento ha visto l'avvio delle votazioni sui 3.005 emendamenti presentati. Il 13 dicembre, sarà la volta dell'interrogatorio di Marco Cappato davanti alla Corte d'Assise di Milano, per l'aiuto a Dj Fabo nel raggiungere la Svizzera per ottenere il suicidio assistito. Giovedì 14 dicembre, si arriverà invece al voto conclusivo della legge sul BioTestamento. Giovedì 14 dicembre l’Associazione Luca Coscioni sarà a Piazza Montecitorio a Roma, dalle 10:30 alle 13:30, con tutti i protagonisti della decennale campagna per le scelte di fine vita e gli attivisti per la libertà di scelta. Chiedono a chi lo desidera di raggiungerli in Piazza portando “bandiere, cartelloni e... ombrello. Nemmeno la pioggia potrà fermare la gioia di una conquista di libertà!

 
Le parole per dirlo: il manuale della rete GiULiA
Violenza di genere - Iniziative di sensibilizzazione
Scritto da Eva Panitteri   

ImageSTOP VIOLENZA: LE PAROLE PER DIRLO”: un manuale, corsi di formazione, prossimamente un sito ed una app. viene presentato venerdì 17 a Montecitorio (Sala del Mappamondo, ore 10-13) il progetto dell’Associazione GiULiA giornaliste, che ha avuto il patrocinio della Fnsi, dell’Usigrai e dell’Inpgi, per promuovere un linguaggio appropriato nei media nei casi di violenza contro le donne, perché le parole non feriscano una seconda volta. Con questo lavoro GiULiA vuole rivendicare fortemente il ruolo e il valore dell’informazione, strumento di cultura che aiuta a sviluppare il senso critico della società e la democrazia dei Paesi, che oggi più che mai passa anche dal rispetto delle donne e della loro dignità. Al fianco di GiULiA anche le istituzioni.

 
CONTRO LA VIOLENZA L'ARGINE DELLE PAROLE
Speciali - 25 novembre 2017
Scritto da Eva Panitteri   

ImageSPECIALE 25 NOVEMBRE - E’ necessario opporre un rifiuto chiaro ed inequivocabile verso ogni violenza. Sia essa fisica, psicologia, sessuale o anche ‘solamente’ verbale. Le persone SONO le parole che usano. Le parole indicano come pensiamo, e se miliardi di persone comunicano postando sui social, è incontrovertibile che contro la violenza debba essere ingaggiata anche la battaglia delle parole. Usando le giuste parole è possibile fare giornalismo e mantenersi nel perimetro di valori quali rispetto ed attenzione alla vittima, stando al contempo dentro il diritto/dovere di cronaca. L’informazione più etica è piena di attenzioni; sceglie un linguaggio rispettoso e declinato nel genere, non è mai sessista, superficiale, approssimativa, violenta o stereotipata, ed evita parole ed atteggiamenti discriminatori. In occasione del 25 novembre 2017, Giornata Internazionale di contrasto alla violenza sulle donne, Power & Gender propone alcune PAROLE CHIAVE, affinché la violenza contro le donne si possa analizzare, misurare, raccontare, perimetrare, e mai e poi mai giustificare.

 

                                      VIOLENZA TRA LE MURA DOMESTICHE: TUTTI  I CASI

 
FEMMINICIDIO
Speciali - 25 novembre 2017
Scritto da EP   

ImageFemminicidio: le norme ci sono, ora servono "più vicinanza alle vittime" e maggiore capacità di intervento. Lo ha detto il ministro dell'Interno Marco Minniti giovedì 9 novembre 2017 in audizione a Roma davanti alla Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno della violenza di genere: «violenza inaccettabile basata sulla sopraffazione» e sulla quale secondo il titolare del Viminale «si gioca la civiltà di un Paese». C’è “un dato che preoccupa”: se dal 2011 si registra un calo degli omicidi - da 554 a 400 nel 2016, a 258, finora, nel 2017 - ha spiegato Minniti, sono però «in aumento le vittime di sesso femminile di omicidi in famiglia nel 2016 e nel 2017. Nel 2011 erano il 61% del totale, nel 2016 sono salite al 63% e nei primi 9 mesi di quest'anno, al 30 settembre, siamo al 71%, con 61 donne vittime su 86 omicidi avvenuti in ambito familiare».

 
Casa delle Donne di Roma: NO allo sfratto
Politica Interna - Politica
Scritto da Eva Panitteri   

Image «Centri antiviolenza, visite mediche gratuite, assistenza legale e psicologica. Ma anche laboratori d'arte, seminari, mostre e attività per bambini. Da oltre 30 anni, la Casa Internazionale delle Donne di Roma, nel cuore di Trastevere, svolge una funzione sociale e culturale offrendo servizi e professionalità spesso inaccessibili o inesistenti altrove. Un patrimonio, anche storico, messo ora a rischio da una richiesta di rimborso immediata di 800mila Euro (un mese di tempo), da parte del Comune di Roma, proprietario dell'edificio, un "debito - spiegano le responsabili della Casa - che non tiene conto del valore dei servizi che vengono offerti”.» (Repubblica.it) Entrate e guardate la Casa: è un luogo di tutte e di tutti, pieno di unicità, che nasce per le donne, ma non esclude gli uomini, e che oggi in cui quasi tutto è virtuale, rappresenta un punto di riferimento ed un presidio REALE sul territorio. Un luogo che protegge informa, accoglie ed orienta le vittime di violenza e di stalking. Ma non solo. Oggi, Lunedì 13 novembre alle ore 18:00 l'assemblea cittadina in difesa di questo BENE COMUNE. Assemblea che speriamo affollata di donne e di uomini, anche e soprattutto delle istituzioni.

ARTICOLO DI LINDA LAURA SABBADINI IN DIFESA DELLA CASA INTERNAZIONALE DELLE DONNE

 
Assemblea alla Casa delle Donne lunedì 13 Novembre ore 18
Politica Interna - Politica
Scritto da La Redazione   

ImageLa Casa Internazionale delle Donne ha avuto lo sfratto dal Comune di Roma. 30 giorni per saldare tutti i debiti, altrimenti tutte fuori... Ancora una volta il governo della città si occupa di liberare gli spazi assegnati al sociale invece di occuparsi delle reali esigenze della capitale. E' alquanto particolare che lo sfratto del luogo che accoglie e protegge le vittime di violenza, e che ha partecipato a far nascere il neologismo "femminicidio"  avvenga in tempi in cui le voci delle istituzioni mandano tweet straziati per le sorti delle donne vittime di violenza. In difesa di questo spazio reale e presente da anni sul territorio è stata convocata lunedì 13 novembre alle 18 un'assemblea cittadina. Moltissime le manifestazioni di solidarietà. E tante le voci che si sono levate in difesa di questo BENE PUBBLICO di valore storico, sociale e culturale. LEGGI QUI PER SAPERNE DI PIU

 
Contro ogni violenza - Parole e fatti
Violenza di genere - Iniziative di sensibilizzazione
Scritto da Irene Giacobbe   

ImageRoma 7.XI. 2017 - Si terrà a Teramo, nel segno dell'eccellenza, l'incontro organizzato dal centro "Hannah Arendt "

Promosso da Guendalina di Sabatino- presidente e fondatrice dell'associazione - affronta i temi della violenza di genere, stereotipi sessisti,omofobia, incultura e pregiudizi. Informazione e formazione al tempo stesso su argomenti vitali, analizzati con attenzione in incontri, seminari e corsi di scrittura condotti da donne. Un lavoro accurato e intenso condensato in un fitto programma che si dipanerà, partendo dal 9 novembre lungo un arco di più mesi. All'incontro di apertura partecipano parlamentari, giornaliste, poete, scrittrici, Vedi Programma
Leggi tutto...
 
Nuova legge elettorale Lazio: NO a listino SI a parità di genere
Democrazia paritaria - Novità
Scritto da Surfing   

Image«Il Consiglio regionale del Lazio ha approvato nella notte tra giovedì e venerdì, all'unanimità, la nuova legge elettorale regionale. Aspetto più rilevante, l'abolizione del listino, cioè i 10 consiglieri regionali automaticamente eletti insieme al candidato governatore vincente e che ne costituivano il premio di maggioranza: tutta l'Aula sarà eletta direttamente dai cittadini. Gli altri aspetti salienti sono l'introduzione della doppia preferenza di genere, in ottemperanza alla legge nazionale, il divieto di terzo mandato per il governatore e l'obbligo di nuove elezioni entro tre mesi in caso di scioglimento anticipato del Consiglio. La legge approvata questa sera va a modificare il testo precedente del 2005». (Repubblica.it)

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 211 - 240 di 1821
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB