spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Giugno 2018 Luglio 2018 Agosto 2018
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 27 1
Settimana 28 2 3 4 5 6 7 8
Settimana 29 9 10 11 12 13 14 15
Settimana 30 16 17 18 19 20 21 22
Settimana 31 23 24 25 26 27 28 29
Settimana 32 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne


tel_antidiscriminazioni_razziali
tel_antitratta
tel_antiviolenza_donna
video testimonianza Bignardi

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home
Cannes 2018: “ecosistemi creativi senza squilibri di genere”
Cultura - CINEMA & DONNE
Scritto da Eva Panitteri   

 Image CANNES 2018 - L’edizione 2018 del FESTIVAL DI CANNES al via oggi, sarà ricordata per la volontà di rinnovamento: niente anteprime dei film per la stampa, per proteggere quelli ancora in uscita da critiche incontrollate sul web... banditi i selfie... richiami a comportamenti corretti ricordando che le molestie sono un reato... la giuria presieduta da Cate Blanchett composta da 4 donne ed 1 uomo: la stessa Blanchett, Kristen Stewart, Léa Seydoux, Ava DuVernayed ed il regista Denis Villeneuve. «Quest’anno il Festival cinematografico più prestigioso del mondo, quello di Cannes - dall'8 al 19 maggio - si è sbilanciato senza mezzi termini a favore delle donne nel livello decisionale: infatti ben quattro componenti su cinque nella Giuria del concorso (la più importante) sono donne. La risposta al caso Weinstein, contro lo scandalo del produttore hollywoodiano, e la presa di posizione chiara in favore delle donne è palese. […] Anche le altre due Giurie delle sezioni ‘Un Certain Regard’ e la ‘Camera d’Or’ hanno seguito uno schema analogo, con un numero di donne sempre superiore a quello degli uomini nella composizione. […] Altra importante iniziativa dell’edizione 2018 è quella del ‘WIFTI - Women in Film & TV International’, panel sul tema ‘Lavorando per il cambiamento: cinema nel nuovo paesaggio’ per affrontare le enormi disuguaglianze nei finanziamenti, oltre ad aumentare le opportunità di lavoro e a creare percorsi di carriera più ampi per le donne nell'industria cinematografica. Durante l’incontro si discuterà di come uomini e donne possano lavorare in tandem per creare cambiamenti e raggiungere il 50/50”» Leggi l’articolo di  ELISABETTA COLLA su NOIDONNE ONLINE

 
Leggere per dire ancora NO alla violenza sulle donne
Cultura - Letture consigliate
Scritto da Surfing   

ImageLIBRI - La scrittrice Claudia Saba ci accompagna ancora una volta nel mondo della violenza di genere: IN VIAGGIO VERSO LA FELICITA’ “Violenza di genere e felicità ritrovata. Se vuoi qualcosa, vai e inseguila” è il titolo del libro nel quale affronta questo tema -purtroppo sempre attuale- partendo da un invito alla rinascita. Il libro verrà presentato martedì 8 maggio alle ore 17:00 alla Casa Internazionale delle Donne di Roma (Via della Lungara 19). Nell'occasione, parleranno del testo, e di violenza alle donne, l’autrice Claudia Saba; la criminologa e presidente dell’associazione “Mai più violenza infinita” Virginia Ciaravolo; Fabio Delicato, criminologo; A.M. Campitiello, mediatrice familiare; Carmelo Mandalari, vice presidente Flames gold. Modera Gina Di Francesco, presidente dell’associazione Eulalia Alfabeti di donna. (COMUNICATO STAMPA)

 
Parlamento EU: focus su mobbing e molestie sessuali
Violenza di genere - Novità dal Parlamento
Scritto da Surfing   

ImageFOCUS EUROPA - "Mobbing and sexual harassment are structural, widespread problems throughout Europe and the world, involving victims and perpetrators of all ages, educational backgrounds, incomes and social statuses. Harassment based on gender and sexual harassment are recognized as forms of discrimination and are therefore prohibited by EU Equal Treatment Directives. Members of the FEMM Committee had the opportunity to exchange views (25th April 2018) with one of the authors of the STUDY commissioned by the Policy Department for Citizens' Rights and Constitutional Affairs for the FEMM Committee, Helge Hoel, Professor in Organisational Behaviour, University of Manchester. The exchange of views will bring valuable input for the report on "Measures to prevent and combat mobbing and sexual harassment at workplace, in public spaces, and political life in the EU" that FEMM will draft (Rapporteur: Ms Pina Picierno, S&D, Italy)."

 
Se la medicina non è a misura di donna
Questioni di genere - Salute Donna
Scritto da EP   

ImageMEDICINA DI GENERE - Sul foglietto illustrativo dei farmaci «si indicano con precisione gli “effetti indesiderati […] seguono altri mille dettagli. Nessuna specifica, però, su come varia l’effetto della medicina a seconda del genere né sui diversi dosaggi tra uomo e donna. Solo una postilla: In caso di gravidanza e allattamento consultare un medico. Nient’altro. Eppure la scienza ha da tempo sentenziato: maschio e femmina rispondono in maniera differente ai farmaci». Infarto, cancro, diabete: anche i sintomi delle più comuni patologie sono diversi tra i due sessi. «Il Sistema Sanitario Nazionale necessita di una ristrutturazione da bollino rosa.» La politica risponde con la legge per l’applicazione e la diffusione della medicina di genere nel SSN, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 15 febbraio: «tempo di attuazione massimo 12 mesi. Dovrebbe quindi entrare in vigore entro l’inizio del 2019. Le necessità impellenti sono: sperimentazione; formazione; ricerca e informazione per la salvaguardia della salute della donne […]Abbattere la cecità di genere significherebbe infatti ridurre gli effetti indesiderati che si manifestano quasi due volte più frequentemente nelle donne».

L’INCHIESTA è SU L’ESPRESSO.IT

 
"Sulle vie della parità" Edizione 2018
Cultura - Figure Femminili
Scritto da La Redazione   

ImageROMA - Il gruppo Toponomastica Femminile nasceva su Facebook nel 2012 affinché più “strade, piazze, giardini e luoghi urbani” fossero dedicati alle donne, “per compensare l'evidente sessismo” che, nella scelta dei nomi, rivela "un immaginario collettivo di figure illustri esclusivamente maschili”. Il 27 Aprile, a Roma, si terrà la premiazione del quinto concorso nazionale "Sulle vie della parità", creato dalle ideatrici del gruppo per “riscoprire figure femminili che hanno contribuito allo sviluppo sociale, culturale o economico del Paese […]divulgare la conoscenza di protagoniste visibili e nascoste della vita collettiva […] individuare modelli femminili di valore ai quali attingere nell’opera complessa della costruzione dell’identità”.

QUI IL PROGRAMMA della giornata che si svolgerà all’Università degli Studi Roma Tre, Scienze della Formazione, Aula 9, via Prinicipe Amedeo n.184, Roma.

 
WEB & DONNE: legalità Vs odio
Violenza di genere - diffondere la cultura della non violenza
Scritto da Surfing   

Image«Non è colpa della vittima se il branco la assale. Mi dicono però che è doveroso raccontare […] Raccontare a chi pensa che tutto sommato non ci sia molto di male ad insultare un'estranea su Facebook, e a chi condivide certi post senza pensarci troppo». Le donne, le giornaliste, sono troppo spesso oggetto di vere e proprie campagne persecutorie, vere e proprie campagne  d’odio sul web. Ma c’è anche chi i violenti e pavidi “odiatori” li denuncia e li sconfigge. Leggi tutta la storia di Silvia Bencivelli

 
25 Aprile: il contributo delle donne della Resistenza alla Liberazione
Politica internazionale - Passi di democrazia
Scritto da Eva Panitteri   

ImageCon la data simbolica del 25 Aprile, celebriamo la Liberazione dal ventennio fascista, la conclusione di cinque anni di guerra, e la liberazione dell’Italia dal nazifascismo. Detta anche 'Anniversario della resistenza', il 25 Aprile è la data che simbolicamente avvia il paese al percorso di riforme democratiche, partendo dal referendum del 2 giugno 1946, sino alla nascita della Repubblica ed alla stesura della Costituzione. Che ebbe tante madri costituenti oltre ai padri. Nonostante la lotta di Liberazione offra alle donne “la «prima occasione storica di politicizzazione democratica» si tratta di un'esperienza non priva di contraddizioni: le donne partigiane imbarazzano e destabilizzano anche coloro che al loro fianco hanno combattuto per dar vita a qualcosa di radicalmente nuovo. È per questa ragione che, alla Liberazione, le donne sono escluse da molte delle sfilate partigiane nelle città liberate; la Resistenza cerca spesso donne che siano disposte a continuare a svolgere i compiti classici dell'assistenza e della cura: più che combattenti, si vogliono donne madri e spose, cuoche e infermiere. Alle donne, in sintesi, si dimostrano gratitudine e rispetto, ma non riconoscimento politico o militare.” Nessuna conquista di libertà appaia quindi mai scontata. Nessun diritto conquistato appaia inviolabile e per sempre: nell’incertezza d’ogni tempo i diritti vanno difesi e preservati dagli attacchi di coloro preferiscono guardare indietro, invece che guardare avanti. E’ possibile leggere questa interessantissima pagina di storia del Paese -e delle donne- dal sito dell’ANPI

 
Vinitaly 2018 nel segno delle donne
Cultura - Cultura del Vino
Scritto da Eva Panitteri   

ImageVINITALY 2018 - Il mondo del vino sta comprendendo la potenzialità, anche economica, della visione al femminile. Lo conferma la pubblicazione della guida DIWINE di Repubblica, presentata in occasione di Vinitaly 2018, che nasce proprio dall’idea di un focus per raccontare il mondo del vino a partire dalle donne che i vini “li portano sulle nostre tavole”. "C'è un modo di fare impresa ed economia al femminile. Nel Lazio abbiamo esperienze incredibili di professioniste che portano avanti un lavoro esemplare, nonostante gli ostacoli che hanno oggi le donne ad affermarsi". Queste le parole dell’assessora al Turismo e alle Pari Opportunità del Lazio, Lorenza Bonaccorsi, che da Vinitaly promuove i prodotti della propria regione. Il Lazio, sottolinea l’assessora, è un territorio che si sta lentamente (ri)scoprendo, e servono tutti gli aiuti possibili. In questa direzione lavora fondazione also promuovendo l'avvicinamento alla “cultura del vino” oltre che al prodotto in sé: il 30 aprile è l’ultimo giorno per far pervenire alla fondazione fotografie e racconti brevi -rigorosamente tematici e con al centro la valorizzazione del territorio e dei prodotti vitivinicoli della Regione Lazio- al concorso “luogodivino al quale si partecipa per raccontare o fotografare “l’aspetto culturale e sociale del mondo dell’enologia e delle attività di quanti operano con e per il vino”. Patrocinano: presidenza della Regione Lazio e ANCI Lazio. Fondazione also è anche su Facebook e Twitter

 
A Roma si difende la legge 194
Politica Interna - Legge 194
Scritto da Eva Panitteri   

ImageROMA - La onlus antiabortista ProVita, dopo aver fatto affiggere a Roma un poster dell’altezza di un palazzo (7x11mt!) contro l’aborto (fortunatamente subito rimosso dopo vibrate proteste che non si sono fatte attendere), ha immediatamente contrattaccato organizzando questa mattina alle 11 a Palazzo Madama la conferenza stampa dal titolo: "Per la salute delle donne. Le gravi conseguenze dell'aborto sul piano fisico e psichico". «E così i promotori del maxi poster oscurato si riprendono la scena, passando dalla porta del Senato per tornare all'attacco sulla legge 194, quella che dal 1978 regola l'interruzione volontaria di gravidanza.»

Ma questo non è stato l’unico attacco sferrato nella capitale all’indirizzo della legge194: all’ingresso della Casa Internazionale delle Donne, sabato 7 aprile, un blitz fascista aveva affisso uno striscione che non lasciava adito a dubbi. Ferma la reazione delle donne della Casa che, in risposta a questi attacchi, ha immediatamente organizzato un’assemblea pubblica, tenutasi il 10 aprile (leggi qui il comunicato) ed un presidio davanti al Senato, in corso Rinascimento, alle ore 11 di questa mattina, in concomitanza con il convegno degli antiabortisti per contestare la conferenza stampa sulla petizione lanciata dalla Onlus ProVita, con la partecipazione di Isabella Rauti e di altre senatrici e senatori leghisti.”

di seguito il link al resoconto in video di Repubblica.it  https://video.repubblica.it/politica/antiabortisti-in-senato-il-pubblico-protesta-e-ribatte-quel-manifesto-mente-e-fa-male-alle-donne/301976/302604 

 
DONNA OLTRE IL SILENZIO
Violenza di genere - Dati e statistiche
Scritto da G.I.M.   

ImageRoma 10 aprile 2018 - Breve anzi brevissima - ma significativa - la " RIFLESSIONE MULTIDISCIPLINARE SUL FENOMENO DELLA VIOLENZA ALLE DONNE " che l'AGI , l'associazione delle giuriste italiane ha organizzato per mercoledì 11 aprile . dalle ore 13.00 alle 16,00 presso l'auditorium della Cassa Forense .

Partendo da dati certi e aggiornati il presidente Alleva per l'Istat , Daniela Carla per l'Inail ; Nicola Zingaretti per la Regione Lazio, Eugenio Albamonte per la Procura di Roma, insieme alle avvocate e avvocati dell'AGI affronteranno i temi delle diverse forme di violenza contro le donne . "Donna Oltre il Silenzio" è il significativo titolo di questa ricognizione competente,

 

Visualizza anteprima allegato DONNA OLTRE IL SILENZIO locandina.pdfDONNA OLTRE IL SILENZIO locandina.pdf621 KB

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 31 - 60 di 1692
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB