spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Giugno 2020 Luglio 2020 Agosto 2020
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 27 1 2 3 4 5
Settimana 28 6 7 8 9 10 11 12
Settimana 29 13 14 15 16 17 18 19
Settimana 30 20 21 22 23 24 25 26
Settimana 31 27 28 29 30 31
 

 


AFFI


 
tel_antiviolenza_donna
video testimonianza Bignardi

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home
DANIMARCA - NO aiuti di stato alle aziende registrate nei paradisi fiscali
NUOVO SITO - Democrazia Paritaria
Scritto da Irene Giacobbe   

ImagePOLITICA ECONOMICA  - La DANIMARCA ha impegnato grandi risorse per il sostegno economico alle aziende colpite dal Lockdown causato dal Covid-19. Il paese nordico della Regina Margrete II, guidato dalla premier Mette Frederiksen, ha stabilito che le aziende registrate nei PARADISI FISCALI saranno escluse dagli aiuti di Stato . 14 miliardi di stanziamenti statali per rimettere in piedi una macchina industriale in grandi difficolta che come afferma Rune Lund economista dell'alleanza Rossoverde: "Quando stanziamo miliardi di denaro dei contribuenti per salvare aziende e posti di lavoro , vogliamo essere sicuri che vadano nella giusta direzione e non in qualche paradiso fiscale dall'altra parte del globo" . In aggiunta: “le aziende che riceveranno gli aiuti di stato si impegnano a non distribuire dividendi e premi”.

Su questa strada stanno orientandosi anche altri Paesi dell'Unione Europea

Domanda: Sarà così anche per gli aiuti di stato in Italia?

 
Femministe e ricerche nella Confederazione Svizzera
NUOVO SITO - Libri Cultura Eventi Convegni
Scritto da Irene Giacobbe   

ImageRoma,21 aprile2020- Racconti al tempo del Corona Virus - Notizie di genere passate in sordina

Un gruppo di ricercatrici, insegnanti e allieve dell’università di Ginevra ha messo a punto e raccolto 100 biografie di donne che hanno vissuto, abitato, o lavorato nella città svizzera.

”100 ELLES” nasce nell’ambito di un progetto sull’uguaglianza di genere e sul “POSTO delle donne” nello spazio pubblico. A partire dagli spazi cittadini: una analisi sullo scarto tra le strade intitolate a uomini e quelle intitolate a Donne 548 uomini a fronte di appena 41 donne vale a dire il 93% controi un ridicolo 7%. Le 100 donne raccontate con la loro biografia nel dossier allegato rispondono tutte ai criteri richiesti per l’intitolazione: sono decedute da più di dieci anni, hanno contrassegnato in modo significativo la storia della città. Evidenziare questa presenza e riconoscere l’importanza del ruolo avuto dalle donne nel passato è necessario alla costruzione di un futuro più egualitario e meno discriminatorio.

Le ricercatrici fanno parte del collettivo femminista l’Esquade, nato a Ginevra nel novembre 2017 https://lescouade.ch/ contro violenza, sessismo, molestie.

 

 

 
Sette donne per sette Paesi
NUOVO SITO - Democrazia Paritaria
Scritto da Irene Giacobbe   

ImageRoma,17 aprile 2020 - Parafrasendo il titolo di un film degli anni '60 (settespose per 7fratelli) ieri sul Corriere della sera è apparso un articolo a firma di Antonio Polito che metteva in evidenza i risultati di sette paesi governati da donne nella migliore difesa dei propri cittadini dalla pandemia da Covid. Paesi europei e paesi lontani accomunati da buoni risultati.

TSAI ING WEN è la presidente della lontana Taiwan ; IACINTA ARDEM è la premier della Nova Zelanda; In quesi paesi si registrano 6 decessi per corona virus a Taiwan e 9 nella grande isola a poche miglia di distanza dall'Asia . Hanno entrambe chiuso le frontiere e adottato tempestivamente i provvedimenti di quarantena non appena la notizia è arrivata. , Questo è avvenuto anche in Europa in Paesi piccoli come la NORVEGIA, guidata dalla premier Erna Solberg; la DANIMARCA della premier Mette Fre-deriksen, come nella fredda isola dei ghiacci, l'ISLANDA di Katrin Jakobsdottir che ha ordinato test gratuiti per tutti i cittadini e le cittadine islandesi; e la leader della FINLANDIA Sanna Marin che oltre ad essere la più giovane presidente di un governo, guida un esecutivo composto in maggioranza da donne, ha sposato una donna ed è un esempio vivente contro stereotipi e pregiudizi sessisti. Paesi con pochi abitanti, sottolinea qualche interessato osservatore. Che dire allora della grande Germania, il più popoloso dei paesi dell'Unione, guidato da Angela Merkel, con un bassissimo tasso di mortalita (2%) un ben sostenuto piano di aiuti e una programmata riapertura di scuole e uffici?

A chiusura dell'articolo Un riconoscimento che merita di essere citato integralmente : "Se davvero ci avviamo a una depressione stile anni '30 mi sentirei più tranquillo con una leadership al femminile: nella lista dei tiranni del '900 non c'è neanche una donna."

 

 
SOLIDARIETA' e Sostegno alla Casa Internazionale delle Donne
NUOVO SITO - Politica e Attualità
Scritto da Irene Giacobbe   

ImageRoma, 4 aprile 2020 - Oggi abbiamo ricevuto dalla Casa Internazionale delle donne una lunga lettera a firma della Presidente Maura Cossutta. Questo che vi proponiamo di seguito è l'inizio della lettera che ci comunica  la notizia  di una straordinalia solidarietà nei confronti della Casa Internazionale delle donne . per ogni ulteriore notizia potete collegarvi al sito della Casa tramite il link che trovate sulla nostra Home Page  

Carissime,

mentre l’emergenza Covid-19 drammaticamente continua e anche la Casa continua a soffrire per la sospensione di tutte le sue attività, ci è arrivata una notizia a dir poco straordinaria, che vogliamo subito condividere con voi. 

Sul conto corrente della Casa è stata accreditata una forte somma, pari a 250.000 euro, che è la donazione di una signora che vuole assolutamente restare anonima. Sappiamo soltanto che è una signora lombarda, ma null’altro, in quanto- come ci ha specificato Roberta- l’operazione è avvenuta quando la Casa era già chiusa e quindi nessuno poteva rispondere alle chiamate dell’avvocata della signora e quindi ricevere tale comunicazione. Pertanto è stata direttamente contattata la Banca che ha provveduto a eseguire l’operazione.

E’ una notizia che ci ha lasciato tutte ovviamente felici ma anche spiazzate, soprattutto perché stavamo considerando quali decisioni assumere, per affrontare la drammatica situazione economica della Casa.  

Infatti, come tutte sappiamo, la Casa non può usufruire delle entrate garantite dalla Foresteria (che ha avuto disdette fino a settembre), né dei contributi dell’utilizzo delle sale, né del Ristorante, mentre continuano a pesare i costi delle utenze

 
I MIGRANTI sono PERSONE
NUOVO SITO - Politica e Attualità
Scritto da Irene Giacobbe   

ImageRacconti al tempo del Corona Virus - PORTOGALLO Una eccellente Iniziativa politica

Lisbona : “ In una situazione come questa i diritti dei migranti vanno garantiti e le persone non devono essere private dei diritti di base solo perché in attesa di un documento “.Con queste parole del premier Antonio Costa , il governo socialista portoghese ha deciso di regolarizzare tutti i migranti presenti in Portogallo fino al primo luglio, compresi quelli in attesa di risposta alla richiesta di soggiorno. Tutti i migranti presenti sul territorio saranno trattati come residenti , per poter accedere al sistema sanitario, al welfare nazionale, ai servizi pubblici, aprire conti correnti e stipulare contratti di affitto.L’anno scorso in Portogallo sono stati censiti 580.000 immigrati e nello stesso periodo 135.000 migranti hanno ottenuto la cittadinanza. Anche il Portogallo, come l’Italia, è in stato di emergenza a causa del corona virus. Fino a ieri però, a differenza del nostro paese, il Portogallo registrava un basso numero di vittime. Insieme all’Italia e ad altri sette paesi : Belgio, Francia, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Slovenia e Spagna, il Portogallo ha chiesto al Presidente del Consiglio dell’Unione Europea, Charles Michel, il sostegno e un impegno comune per un prestito Europeo di lunga durata, (per favore chiamiamolo in modo differente da Euro Bond), indispensabile per affrontare il dopo virus.

 
Bruxelles si muove contro le violenze in famiglia
NUOVO SITO - Welfare e Salute
Scritto da marisa giuliani   

ImageBRUXELLES - Racconti al tempo del Corona Virus - Notizie di genere passate in sordina 

Iniziative contro le violenze intrafamiliari.

In questo periodo in cui Bruxelles non fa eccezione al confinamento,  il servizio di assistenza alle vittime,  della polizia Zona Nord della città (3 quartieri), quale misura proattiva/protettiva  sta contattando le persone che negli ultimi tre mesi hanno presentato denuncie al commissariato concernenti violenze intrafamiliari (coniugali o altro), per chiedere informazioni  sull’evoluzione della loro situazione. La portavoce della polizia zonale ha spiegato : « Abbiamo inoltre contattato  le varie Associazioni che si occupano di violenze coniugali, sempre attive sul territorio,  per far loro sapere che anche in questo inedito periodo noi siamo più che mai pronti a farci carico delle vittime e che non devono esitare a sollecitarci ».

N.B. A seguito della pandemia in corso la Città di Bruxelles ha aggiornato l’elenco dei luoghi d’accoglienza per le vittime di violenze.

Ma.Gi. (Bruxelles, 29/03/2020)

 
Esseri umani diversi
NUOVO SITO - Politica e Attualità
Scritto da Irene Giacobbe   

ImageRoma- Racconti al tempo del Corona Virus - Notizie da non dimenticare

Non è giusto offendere gli animali paragonandoli agli esseri umani . Dovremmo accantonare l’abitudine di chiamare sciacalli, o iene, o avvoltoi, quegli umani che in periodi di crisi amano insinuare, porsi domande futili e retoriche al solo scopo di diffondere informazioni tossiche o per lucrare consensi. E’ il caso della domanda “ Dove sono le ONG, ” e la malizia della domanda accomuna giornalisti come Bruno Vespa che sulla sua pagina si chiede “ Dove sono i Medici Senza Frontiere quando dovevano soccorrere i migranti c’erano e oggi?” e anonimi leoni da tastiera, sedicenti “ medici”, che chiedono elegantemente “ Dove c:::.o stanno i medici di Emergency?” Sono domande semplici dalla risposta immediata per chi vuole sapere, vedere, conoscere davvero.

E’ sorprendente, visto che le domande tossiche viaggiano sul Web che non si pensi a informarsi guardando i siti di Medecins sans Frontières dove le informazioni sono aggiornate, per scoprire che non da ieri, ma dai primi di marzo, 25 di loro stanno negli ospedali di Cologno, che i medici di Emergency sono a Milano e Bergamo in ospedale e nelle strade e non a Madonna di Campiglio , in tenuta da sci e linguaggio da trivio, ad attaccare Governo Italiano, e Commissari Europei. Che è ciò che in piena emergenza in Lombardia - il 26 febbraio- faceva il capo della Lega , Salvini...

 

Leggi tutto...
 
L'Inversione a U della BCE
NUOVO SITO - Politica e Attualità
Scritto da Irene Giacobbe   

ImageRoma - Racconti al tempo del Corona Virus - Notizie generali

Non ci sono limiti al nostro impegno sull'euro. Siamo determinati a usare il pieno potenziale dei nostri strumenti nell’ambito del nostro mandato”, scrive Cristine Lagarde. e annuncia il nuovo maxi piano da 750 miliardi.  Un vero sospiro di sollievo per i Paesi e le aziende, e per lavoratrici e lavoratori europei.  

E la mossa di Francoforte è massiccia. Il nuovo programma di sostegno di emergenza  ha come scadenza la fine della fase di crisi del coronavirus Covid-19,  e gli acquisti non termineranno prima della fine dell’anno.  La Bce comprerà titoli pubblici e privati dei Paesi in difficoltà, inclusi i ‘commercial paper’,utilizzati dalle aziende per finanziarie fabbisogni di capitale circolante. E’ un passo avanti notevole compiuto dalla nuova Presidente, capace di tornare indietro  rispetto alle  sue affermazioni scriteriate di appena dieci giorni prima.

 

 
Covid19 - Difendersi dalla violenza è STATO DI NECESSITA'
NUOVO SITO - Violenza di genere
Scritto da Eva Panitteri   

ImageVIOLENZA SULLE DONNE - Uscire per andare al centro antiviolenza è " STATO DI NECESSITA' " Lo ha chiarito la Ministra Bonetti dopo che le donne dei centri antiviolenza e delle associazioni di difesa delle donne avevano segnalato a più riprese, nei giorni scorsi, la pericolosità di una forzata convivenza casalinga delle donne con coniugi o compagni violenti. La ministra chiarisce anche che, ad ulteriore protezione delle donne che si stanno recando a chiedere assistenza, non c'è l'obbligo, in caso di controlli, di avere con sè l'autodichiarazione precompilata: potrà essere usata quella fornita dalle forze dell'ordine. Dopo aver sbloccato lo stanziamento di fondi per i centri antiviolenza che in questo momento di emergenza si trovano in difficoltà economiche e logistiche, la ministra fornisce una chiara indicazione: "Le donne hanno diritto di recarsi nei centri antiviolenza senza essere multate e senza dover dichiarare altro motivo che lo stato di necessità". Leggi l'articolo integrale su Repubblica.it

 
L'Architettrice - Vita e le opere di Plautilla
NUOVO SITO - Libri Cultura Eventi Convegni
Scritto da Irene Giacobbe   

ImageROMA - Racconti al tempo del Corona Virus - Notizie di genere passate in sordina

Un bel libro in Italia e il "Nobel" dell'architettura a due architette irlandesi. L'"Architettrice" è il romanzo storico di Melania Mazzucco sulla vita e le opere di Plautilla artista poliedrica e prima architetta della storia. l'autrice risostruisce la Roma del XVII secolo , la Roma dei Papi e del dominio di Bernini e la grande figura di Plautilla in un romanzo storico di grande fascino letterario e poetico ...e noi segnaliamo

Donne architette Martedì 17 marzo 2020 17:31

GIO_Gender Interuniversity Observatory - Newsletter n. 54

Il prestigioso Premio Pritzker, il Nobel dell’architettura, quest'anno ha premiato due donne, Yvonne Farrell e Shelley McNamara, le fondatrici dello studio Grafton di Dublino. Nel corso di una carriera pluridecennale Farrell e McNamara hanno disegnato edifici iconici e nel 2018 hanno curato la Biennale di Architettura di Venezia all’insegna «della generosità di spirito e il senso di umanità che l’architettura colloca al centro della propria agenda, concentrando l’attenzione sulla qualità stessa dello spazio». Il premio, che in passato è stato assegnato a nomi illustri, in maggioranza uomini, ha visto solo altre tre donne insignite, ulteriore dimostrazione del perenne sbilanciamento ai livelli più alti della professione: Zaha Hadid, Kazuyo Sejima (con Ryue Nishizawa) e Carme Pigem (con Ramón Vilalta e Rafael Aranda). Quest’anno la giuria, composta da architetti e professori, ha ammesso che il mondo dell’architettura resta tuttora “dominato da maschi”. Le architette premiate sonofamose soprattutto per aver disegnato scuole e università come la Scuola di Economia della Bocconi di Milano (la loro prima commessa internazionale).

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 31 - 60 di 1925
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB