spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Luglio 2020 Agosto 2020 Settembre 2020
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 31 1 2
Settimana 32 3 4 5 6 7 8 9
Settimana 33 10 11 12 13 14 15 16
Settimana 34 17 18 19 20 21 22 23
Settimana 35 24 25 26 27 28 29 30
Settimana 36 31
 

 


AFFI


 
tel_antiviolenza_donna
video testimonianza Bignardi

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home
Zuzana Caputova - La prima Presidente della Slovacchia
NUOVO SITO - Donne Speciali
Scritto da GIM   

ImageRoma - Racconti al tempo del Corona virus - Notizie di genere passate in sordina

Il 30 marzo del 2019 la Slovacchia eleggeva la prima donna alla carica di Presidente della Repubblica. Il Paese che nel 1993 aveva proclamato l'indipendenza e si era separato dalla Repubblica Ceca, con l'elezione di Zuzana Caputova alla Presidenza della Repubblica guadagnava meriti sula strada dell'empowerment delle donne. Ma... a distanza di appena un anno il 26 febbraio 2020 il Parlamento ha votato contro la ratifica del Trattato noto come Convenzione di Istambul che contiene norme contro la violenza alle donne. Presenti in Parlamento 113 componenti dei 150 che lo compongono, il trattato è stato bocciato con 96 voti contrari . e la proposta di rigetto è stata avanzata dal partito di Governo Slovak National Party. Non è la prima volta che accade , gia nel marzo 2019 la Slovacchia aveva votato contro. Il primo strumento legale Europeo vincolante che indica modalità per combattere la violenza e punire chi la pratica, proteggere le vittime e riconosce la violenza contro le donne come violazione dei diritti humani e grave forma di discriminazione, adottato dall'Unione Europea viene rifiutato dal Parlamento della Slovacchia guidata da Zuzana Caputova presidente.

 
Italia chiamò
NUOVO SITO - Politica e Attualità
Scritto da la redazione   

Roma. 13 marzo- "Italia chiamò" è il verso scelto per dare nome ad una iniziativa collettiva di solidarietà on line . Artiste e artisti di ogni parte d'Italia e di tutte le arti dello spettacolo scendono in campo per sostenere l'impegno e raccogliere fondi a favore della sanità pubblica

https://twitter.com/pompeii_sites/status/1238383684430049280/photo/1

 
#iorestoacasa: arriva la Solidarietà Digitale
NUOVO SITO - Welfare e Salute
Scritto da Surfing   

ImageE’ attivo un progetto di solidarietà digitale esteso a tutto il territorio nazionale. Servizi gratuiti offerti da imprese ed associazioni per migliorare la vita delle persone costrette a cambiare le proprie abitudini, ma anche per sostenere professioniste/i ed aziende con le rispettive attività. Collegandosi alla pagina HTTPS://SOLIDARIETADIGITALE.AGID.GOV.IT/#/ si trova la lista delle offerte. Ad esempio un libro in regalo, in formato PDF o ebook (Bertoni Editore); GIGA illimitati per studenti dai 14 ai 26 ani (Vodafone); ripetizioni e corsi (Teachcorner); leggere gratuitamente un giornale. Questi e molti altri, disponibili facendo richiesta.

 
#iononesco #iorestoacasa
NUOVO SITO - Welfare e Salute
Scritto da La Redazione   

Image#iononesco

#iorestoacasa

per tutelare

il più possibile

salute e sicurezza

di tutte e tutti noi

 
Mangio Italiano: è buono, è garantito, è sano
NUOVO SITO - Food & Wine
Scritto da Eva Panitteri   

ImageFOOD – In tempo di Covid-19 consumiamo i cibi prodotti nel nostro paese. Soprattutto quelli freschi e deperibili. Il lancio della campagna #MangiaItaliano di Coldiretti arriva con l'appello ad evitare sprechi dopo che sui prodotti del nostro agroalimentare sono aleggiati inutili e dannosi sospetti.

Il Ministero della Salute assicura: «le malattie respiratorie normalmente non si trasmettono con gli alimenti, che comunque devono essere manipolati rispettando le buone pratiche igieniche ed evitando il contatto tra alimenti crudi e cotti».

Fermo restando il rispetto delle norme igieniche, sempre imprescindibile e fondamentale, i casi di richiesta di certificazioni “coronavirus free” a garanzia dei nostri prodotti che vanno all'estero e di cui recentemente si è avuta notizia, sono stati «casi isolati, tentativi spesso maldestri di speculazione tra partner commerciali che non coinvolgerebbero i Governi» ha affermato la ministra Bellanova.

Leggi tutto...
 
Alla larga dal Coronavirus mangiando correttamente
NUOVO SITO - Food & Wine
Scritto da Eva Panitteri   

Image ALIMENTAZIONE & SALUTE – Sul Coronavirus stiamo ricevendo informazioni per la prevenzione. Ma chi come me sta cercando indicazioni o consigli di alimentazione e si aspetta di trovare qualcosa nel sito del Ministero della Salute è destinato/a a rimanere deluso/a. Nemmeno il documento “Prevenzione e controllo dell'influenza: raccomandazioni per la stagione 2019-2020” contempla consigli di prevenzione basati sulle regole della corretta alimentazione. Ovvero: nessuno sinora ci aveva pensato. Ma oggi che molti, molte, li chiedono? Mi regolo seguendo i rimedi del buonsenso, come bere spremuta d’arancia per fare scorta di Vitamina C e rimango in attesa. Di indicazioni istituzionali. Intanto mi chiedo: perché ci date solo informazioni su come lavarci le mani?? (ovviamente lo dico semplificando). Nell’attesa, ho setacciato il sito del Ministero, raggruppando i consigli di buonsenso che ho trovato sparsi qua e là…

Un’alimentazione varia ed equilibrata è alla base di una vita in salute.” Ipse dixit. Ma se vogliamo puntare sulla responsabilità delle persone per opporre un argine ad ulteriori contagi è imprescindibile iniziare a ragionare di corretta alimentazione. Per aiutare e rafforzare l’organismo, mantenere alte le difese immunitarie e... placare almeno un po' la nostra mente.

Leggi tutto...
 
Le Donne del Cibo al Forum Parabere di Istanbul
NUOVO SITO - Food & Wine
Scritto da Eva Panitteri   

Image MONDO FOOD - PARABERE, il Forum delle Donne del Cibo, un network con 6000 aderenti da 60 paesi, si è svolto ad Istanbul ad inizio di marzo (1 e 2 marzo), nonostante l’emergenza COVID19. Numerose le defezioni, altrettante le presenze. La piattaforma internazionale, indipendente e senza fini di lucro che dà voce alle donne del settore FOOD sulle principali tematiche e che sostiene e promuove l’esperienza e la competenza delle donne, per la sesta edizione ha puntato sul tema del “Futuro del cibo”. In un mondo attualmente dominato dall’ingombrante presenza degli uomini, a tutti i livelli, dai ristoranti alla TV, dai social network al web, l’assunto di partenza è stato di fondamentale importanza per rendere chiara la direzione: c'è un’evidente difformità di rappresentanza nel settore. Proprio quando le donne sembrano essere scomparse dal quadro di riferimento, almeno pubblicamente -e potrebbe non essere una coincidenza- cresce il sospetto nei confronti dell’industria alimentare. Abbiamo bisogno di sentire le voci delle donne e di schierare i talenti delle donne per accrescere fiducia nella percezione del cibo e per costruire una visione del futuro basata sui valori della sostenibilità e delle pari opportunità.Chiaramente, al settore serve un cambio di passo.

 
CIBO, elemento di socialità reale e virtuale
NUOVO SITO - Food & Wine
Scritto da Eva Panitteri   

ImageFOOD - Si è conclusa a Torino sabato 22 febbraio la quinta edizione del Festival del Giornalismo Alimentare il nuovo luogo d'incontro di professionalità del settore provenienti da ambiti anche estremamente diversi. Uno dei temi prepotentemente emersi dai panel del Festival è come il cibo rappresenti oggi un aspetto centrale nella vita di ognuno quale elemento di socialità reale e virtuale. Una centralità suffragata dai dati di una ricerca de L’Eco della Stampa, che per il Festival ha realizzato un osservatorio sui media producendo il primo rapporto sulla presenza del tema cibo a tutto campo. La ricerca, commentata da Guia Beatrice Pirotti, docente SDA Bocconi, indica che nel 2019, media tradizionali e web hanno trattato l'argomento per più di 1.3 milioni di volte. Nel nostro paese si scrive e si parla più di cibo che di politica! Un successo di visibilità che evidenzia un dato ulteriore e strettamente collegato: la presenza dei MenChef satura i media tanto da diventare quasi ingombrante. In tv e sui nuovi media, i programmi sul cibo sono regno inconstastato degli uomini. Come conferma anche la classifica dei primi 8 chef più noti al mondo.

Leggi tutto...
 
Tre Stelle Michelin: nel mondo solo 5 chef donna
NUOVO SITO - Food & Wine
Scritto da Eva Panitteri   

ImageSTELLE - Il fantastico mondo delle cucine stellate, quelle con le prestigiose Tre Stelle Michelin, conta solamente 5 chef donna.

In un elenco di oltre 130 ristoranti, i numeri parlano chiaro: quelli guidati o co-guidati da una chef rappresentano meno del 4% del totale. Nel mondo.

In Italia sono due, ma si tratta di ristoranti a guida condivisa, con cucine dove le stelle sono il risultato di una collaborazione tra donne e uomini.

Ma chi sono le 5 chef il cui lavoro regala emozioni stellate?

Leggi tutto...
 
8 Marzo 2020 - Nuova voce alle Donne
Speciali - Speciale 8 Marzo NEW
Scritto da Eva Panitteri   

 

ImageLa libertà delle donne torna ad essere un obiettivo da colpire. Nel momento in cui la forza e il peso di un nuovo movimento femminista attraversano il paese e il mondo, i concetti di parità, pari dignità, empowerment ed uguaglianza, fanno fatica ad attestarsi in molti ambiti della vita sociale e relazionale. Sono a rischio 'sonno' della mente le nuove generazioni, anche quelle risvegliate dall’attivismo green della giovane Greta. Le libertà delle donne ed i diritti conquistati dagli anni sessanta ad oggi, infatti, sono costantemente attaccati e rimessi in discussione anche attraverso tentativi di approvazione di leggi piene di punti sospettamente discriminatori.

La forza della parola e della presenza delle donne devono senza dubbio tornare a contare e risaltare in tutto il mondo. Per non arretrare nuovamente verso quelle idee del femminile che strizzano l’occhio al medioevo o -peggio- al paleolitico e che in molti/e, troppi/e, anche nelle istituzioni sembrano tornati/e ad accarezzare. Bisogna dire NO, gentilmente, fortemente, risolutamente ed inesorabilmente. NO ad ogni rappresentazione di donna che sia stereotipata, affinché cada ogni tentativo di attribuzione di ruoli stereotipati. Sarà angelo del focolare, madre di, moglie di e figurina vintage, capace di stare al proprio posto ed “un passo indietro” solo colei che lo vorrà. Tutte le altre saranno altro. Loro stesse. Consapevoli. Moderne. Vere. Senza etichette pret-a-porter preconfezionate altrove. O da altri.

Vedi altre riflessioni @ Speciale 8 Marzo 2020

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 61 - 90 di 1937
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB