spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Gennaio 2018 Febbraio 2018 Marzo 2018
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 6 1 2 3 4
Settimana 7 5 6 7 8 9 10 11
Settimana 8 12 13 14 15 16 17 18
Settimana 9 19 20 21 22 23 24 25
Settimana 10 26 27 28
 


AFFI

Lobby EU Donne


tel_antidiscriminazioni_razziali
tel_antitratta
tel_antiviolenza_donna
video testimonianza Bignardi

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Verso le Elezioni - comunicato dell'Accordo per la democrazia Paritaria
Politica Interna - Elezioni
Scritto da la Redazione   

Image Roma, 15 febbraio 2018 - Verso le elezioni con una nuova legge elettorale. Il Rosatellum ha ridisegnato le modalità di elezione del nuovo Parlamento. Alcuni elementi positivi dal punto di vista della democrazia paritaria, altri da migliorare come ad esempio le pluricandidature. Due grandi regioni sono contemporaneamente chiamate al rinnovo dei rispettivi governi: Il Lazio e la Lombardia. Le norme paritarie sono state approvate, ciò che bisogna rafforzare è l'invito ad esprimere il proprio voto e partecipare alla crescita della democrazia. e quanto ci ricorda l'appello dell'Accordo per la Democrazia Paritaria.

COMUNICATO DELL’ACCORDO DI AZIONE COMUNE PER LA DEMOCRAZIA PARITARIA

L’Accordo di Azione Comune per la Democrazia Paritaria, che raccoglie oltre 60 tra Associazioni, Gruppi e Reti femminili, ha apprezzato alcune norme per la parità di genere della legge elettorale per la Camera dei Deputati e per il Senato (c.d. Rosatellum): il fatto che, sia nelle liste che tra i capilista di ciascun partito, nessun sesso possa essere rappresentato in misura superiore al 60% e che nei collegi plurinominali, a pena di inammissibilità, le candidature debbano essere rispettare l’ ordine alternato di genere, costituisce sicuramente un passo avanti verso l’equilibrio di genere nei luoghi decisionali della politica.

 

Leggi tutto...
 
Molestie sul luogo di lavoro: sconfortanti i dati italiani
Violenza di genere - Molestie sul posto di lavoro
Scritto da La Redazione   

ImageDopo il risveglio dell’attenzione a livello mondiale sul tema delle molestie e dei ricatti sessuali in ambito lavorativo, escono in questi giorni anche gli sconfortanti dati italiani: l’indagine ISTAT (pubblicata il 13/02/2018) e che prende in esame il biennio 2015-2016, stima, con riferimento ai soli ricatti sessuali sul luogo di lavoro, che in Italia, nel corso della vita, 1 milione 173mila donne (7,5%) ne sono state vittima in fase di assunzione, o le hanno subite come ricatto per mantenere il posto di lavoro o al momento di una richiesta di avanzamento di carriera. La ricerca stima anche in 8 milioni 816mila le donne fra i 14 e i 65 anni che nel corso della vita hanno subito qualche forma di molestia sessuale (pari al 43,6%)  ed in 3milioni 118mila le donne (15,4%) che le hanno subite negli ultimi tre anni. Ma ne sono vittima anche gli uomini, e gli autori della molestia a sfondo sessuale sono sempre in larga prevalenza uomini: lo sono per il 97% delle vittime femminili e per l'85,4% delle vittime maschili. “Considerando tutti i tipi di ricatto sessuale sul lavoro, il 32,4% viene ripetuto quotidianamente o più volte alla settimana”.

 

 
Relazione finale della Commissione sul Femminicidio
Violenza di genere - Femminicidio
Scritto da irene Giacobbe   

Image Roma 6 feb 2018 - Si è svolta oggi la conferenza stampa di presentazione dei risultati del lavoro della Commissione Parlamentare di Indagine sul Femminicidio e su ogni altra forma di violenza di genere.

La presidente della Commissione Francesca Puglisi ha ricordato che la Commissione ha iniziato a lavorare il 19 aprile 2017 e in appena 6 mesi è riuscita a fotografare e riassumere in 450 pagine di rapporto finale, votato all’unanimità una situazione nazionale che presenta molte luci e ombre.

La relazione consegna al Paese -e al prossimo Parlamento- una fotografia ampia del femminicido e della violenza di genere. Chiama ad una grande responsabilità e ad un ruolo più significativo la scuola e le istituzioni della cultura, della giustizia, della sanità. Dalla relazione emergono con forza i passi avanti compiuti nel contrasto ad ogni forma di violenza realizzati in questa legislatura ed alcuni vuoti legislativi da colmare, come nel caso delle molestie sul lavoro.

Leggi tutto...
 
Le giornaliste contro le molestie
Violenza di genere - Molestie sul posto di lavoro
Scritto da Irene Giacobbe   

Image“È ora di cambiare”: sono più di duecento le giornaliste italiane delle testate televisive, web e carta stampata, che hanno deciso di sostenere l’appello lanciato nei giorni scorsi dalle attrici, registe, produttrici e lavoratrici del Cinema e dello Spettacolo che, a partire dalle denunce di molestie sessuali fatte da alcune di loro, affermano la necessità di un cambiamento del sistema culturale strutturato secondo il modello maschile in ogni settore

 
L'appello e stato pubblicato da La Stampa, la Repubblica, La Strisciarossa, Power and Gender e Rai news

 

 
Dissenso comune: la lettera delle donne del cinema italiano
Violenza di genere - Molestie sul posto di lavoro
Scritto da Eva Panitteri   

ImageBASTA MOLESTIE - Si chiama DISSENSO COMUNE ed è la lettera-manifesto firmata da 124 donne italiane, attrici e lavoratrici dello spettacolo. Due mesi di incontri e confronti tra donne, per intervenire con la forza di un collettivo e non lasciare che le testimonianze dei mesi scorsi restassero solo voci isolate. “Questo documento non è solo un atto di solidarietà nei confronti di tutte le attrici che hanno avuto il coraggio di parlare in Italia e che per questo sono state attaccate, vessate, querelate, ma un atto dovuto di testimonianza.” Perché “la molestia sessuale non ha niente a che fare con il gioco della seduzione”. Un primo passo verso una serie di iniziative per scuotere “l'intero sistema di potere” e non lasciare spazio alla “macchina della rimozione che vorrebbe zittire”. (Leggi tutto su Repubblica.it)

 

 

Sono centinaia le giornaliste italiane delle testate televisive, web e carta stampata che hanno dichiarato il proprio sostegno all’appello delle attrici, contro molestie, discriminazioni e divario salariale: "Il nostro lavoro, il nostro impegno per una informazione più degna del rispetto verso la donna e di denuncia contro le discriminazioni che si perpetuano nel modello sociale maschile -scrivono le firmatarie- è uno strumento essenziale per la trasformazione culturale".

 
Essere utili elettoralmente
Politica Interna - Elezioni
Scritto da La Redazione   

Image ROMA  2 febbraio 2018 - "Essere utili elettoralmente" Con queste parole Giancarla Codrignani ha accompagnato il lungo elenco di leggi prodotte nella diciassettesima legislatura che ci ha trasmesso.

Ex Parlamentare, femminista attenta ai processi sociali, afferma che non ci sono confronti sul tema del contrasto alla violenza contro le donne e dell'attenzione nei loro confronti tra questa legislatura e le altre .

Dalla ratifica della Convenzione di Istambul alle somme stanziate a favore dei centri antiviolenza, dal finanziamento delle politiche sociali contro la povertà alle leggi sui diritti civili, la legislatura appena finita merita un riconoscimento del ben fatto, che la metta al riparo dalle bufale e dalle negazioni oggi presenti e gridate a più voci.

Potete leggere sul sito del Paese delle donne on line

 
ONE BILLION RISING 2018
Violenza di genere - Iniziative di sensibilizzazione
Scritto da La Redazione   

ImageMercoledì 14 febbraio 2018si rinnova l’appuntamento con ONE BILLION RISING, che come ogni anno coinvolgerà un miliardo di persone in tutto il mondo per celebrare in modo gioioso la volontà di fermare ogni forma di abuso sulle donne e sulle bambine. In un’epoca in cui nuove forme di intolleranza e nuovi estremismi sembrano riaffacciarsi con prepotenza, la voce delle donne ha rafforzato la sua presenza nell’agenda politica e mediatica internazionale. Quest’anno One Billion Rising si focalizza sulla SOLIDARIETÀ. Come arma contro ogni forma di sfruttamento e aggressione. Solidarietà con tutte le donne che in Italia e nell’intero pianeta hanno la forza e la determinazione di denunciare gli abusi subiti in contesti familiari, nel  mondo del lavoro, dello spettacolo e della politica, squarciando il velo dell’omertà. L’obiettivo è ottenere l’attenzione e l’impegno delle istituzioni affinché attuino politiche sociali ed educative per fermare il fenomeno della violenza in ogni sua declinazione. TRAILER 2018 Tra i tanti eventi previsti e in continuo aggiornamento, ricordiamo A ROMA in Piazza Montecitorio alle 15.00, realizzato con il patrocinio del Municipio Roma I Centro e in collaborazione con Differenza Donna, A MILANO in collaborazione con la cooperativa sociale Cerchi d’Acqua e A BOLOGNA alle 18.00 in piazza San Francesco insieme alla Casa delle donne per non subire violenza.

 

Leggi tutto...
 
Testamento biologico: da oggi si pu˛!
Politica Interna - Biotestamento
Scritto da Eva Panitteri   

Image BIOTESTAMENTO - E’ in vigore dal 31 gennaio 2018 la legge sul Testamento Biologico per la quale l’Associazione Coscioni si è a lungo battuta. La legge è la n. 219/2017 Dat (Dichiarazioni Anticipate di volontà nei Trattamenti sanitari), approvata il 14 dicembre 2017 e pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 16 gennaio 2018. Con le DAT si possono esprimere oggi le proprie preferenze in un biotestamento e dare indicazioni sui trattamenti sanitari che si vuole o non si vuole ricevere nel caso in cui, un domani, non si fosse nelle condizioni di comunicarle.Se state cercando il modulo su cui redigerlo, quello dell’Associazione Coscioni si scarica  QUI. Ma si può anche fare attraverso una  videoregistrazione e/o con dispositivi tecnologici che consentono alle persone con disabilità di comunicare. Informazioni complete a questo LINK Per impedire che la legge sia vanificata da burocrazia e illegalità, resta da sventare il pericolo della finta obiezione di coscienza, ottenere la piena collaborazione di tutti i Comuni, e la possibilità di inserire il biotestamento nella tessera sanitaria.

 

 
M5S cambia lo Statuto di Roma Capitale
Politica internazionale - Democrazia Paritaria
Scritto da GIM   

ImageROMA - Se Il buongiorno si vede al mattino… Per Roma “a 5 stelle” é notte FONDA! Ma che bella idea !!! Cambiare lo Statuto di Roma Capitale il 30 gennaio, con 27 voti a favore, 6 contrati e nessun astenuto (su 38 presenti, quindi con 5 presenti che non hanno partecipato al voto). I principali cambiamenti? Attaccare la rappresentanza.

Con l’eliminazione del criterio della composizione paritaria della Giunta di Roma Capitale e delle Giunte dei municipi.

Con la soppressione prevista nel nuovo Statuto della Commissione delle elette

Con la Commissione di Parità FATTA DAI CONSIGLIERI E DALLE CONSIGLIERE (?)

Leggi tutto...
 
Verso le elezioni del 4 marzo
Politica Interna - Elezioni
Scritto da Irene Giacobbe   

Imagell Ministero dell’interno ha pubblicato oggi 1 febbraio l’elenco dei simboli di partito ammessi - 84 - cioè 19 in meno rispetto a 103 presentati e l’elenco dei partiti che hanno presentato proprie liste per le elezioni del 4 marzo. http://www.interno.gov.it/it/speciali/elezioni-2018

Le forze politiche con il rispettivo programma e liste elettorali sono 45; di queste soltanto 5 indicano come “capo della forza politica” una donna. Si tratta di Emma Bonino per +Europa; Beatrice Lorenzin per Lista Civica Popolare; Giorgia Meloni per Fratelli d’Italia. A queste figure note si aggiungono Silvana Arbia per Stato Moderno Solidale e Viola Carofalo lista Potere al Popolo.

Sul sito sono pubblicati i programmi di tutte le forze politiche e la loro lettura fa la differenza . Le venature razziste, l’approssimazione sui temi economici, il pressappochismo, l’elencazione di facili slogan a grande presa, le idee “europee” talvolta esilaranti, DOVREBBERO INVITARE ALLA RIFLESSIONE .

http://dait.interno.gov.it/elezioni/trasparenza

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 30 di 1632
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB