Tossicodipendenza femminile e violenza
Scritto da EP   
luned́ 04 maggio 2009

ImageNAPOLI - La ricerca "Dipendenze patologiche e abuso sessuale" presentata a Napoli il 28 aprile al Centro congressi della Federico II, ha indagato- per quanto riguarda le donne- la relazione tra tossicodipendenze e violenze di natura sessuale. Condotta in cinque Paesi europei (Italia Bulgaria, Grecia, Malta, e Repubblica Ceca), intervistando sia donne tossicodipendenti che operatori sociali, e rappresentanti delle forze dell'ordine, rientra nell'ambito di un progetto di prevenzione sostenuto da Daphne II, il programma europeo di contrasto alla violenza contro i bambini, i giovani e le donne.


Spiega la project manager, Adriana Maestro: "Quello della violenza sulle donne tossicodipendenti è un fenomeno invisibile non solo agli occhi dei più, ma anche a quello delle stesse donne, che non si rendono conto spesso di essere abusate, quando sono costrette a prostituirsi o a fare sesso in cambio di una dose". Il progetto, nell'ambito del quale è stato realizzato anche uno spot di sensibilizzazione, sta passando alla fase della prevenzione, e ad una campagna di sensibilizzazione in collaborazione con il Sert della Asl Napoli 3, e ad un percorso di formazione per operatori. Contemporaneamente è stato attivato un centro di ascolto, al numero dedicato (081-5317102).

(Dires - Redattore Sociale 27 aprile 2009 – Welfare)

Ultimo aggiornamento ( luned́ 04 maggio 2009 )