Assalto alle casse pubbliche
Scritto da Irene Giacobbe   
mercoledý 07 ottobre 2009

ImageROMA - “Premiare" chi ha derubato tutti gli italiani, realizzando profitti in Italia e nascondendo il denaro all’estero; condonare chi ha costruito abusivamente, devastano coste territori e paesaggio; attenuare multe e sanzioni a chi ha frodato migliaia di risparmiatori;  è il progetto costante e mai interrotto dei governi a guida Berlusconi. 12 condoni in 15 anni sono miliardi e miliardi di euro sottratti alle casse dello Stato e lasciati –ogni volta spergiurando  “ questo è l’ultimo condono”- nelle tasche di evasori e disonesti.

L’ultimo condono, il cosiddetto Scudo fiscale, fa perdere ai contribuenti italiani 500.000 (cinquecentomila) €uro per ogni milione rientrato in Italia. Se gli evasori fossero al Governo non avrebbero saputo far meglio!

Il Governo Berlusconi farà pagare appena  il 5%  di oneri vari agli evasori.  Il governo di Obama offre agli evasori americani  la possibilità di far rientrare i capitali nascosti all’estero pagando il 50% e nessun paese europeo condona gli evasori al disotto del 30% delle somme evase.

Inoltre gli americani conosceranno nome e cognome di chi, per personale avidità e disonestà, ha reso tutti più poveri. Gli italiani non li conosceranno mai. Ad ogni evasore si consente il più stretto anonimato.

Fino a quando possiamo tollerare una tale spregiudicatezza amministrativa da parte di chi, chiamato a salvaguardare le casse dello Stato, in realtà le saccheggia a danno di noi tutti?