Acqua: che sia libera e pubblica
Scritto da Surfing   
marted́ 24 novembre 2009

ImageROMA - Con un decreto del 10 settembre, il Governo ha regalato l'acqua ai privati, sottraendo ai cittadini un bene comune. Mentre la Francia si appresta ad un passo indietro per riportare la gestione dell'acqua pubblica, nel settore pubblico, in Italia, a partire dal 2011, l'acqua verrà consegnata agli interessi di grandi multinazionali per garantire un nuovo business ai privati.

Nessuna certezza su qualità e servizi migliori, solo quella di prezzi più alti.

Entro oggi, 24 novembre, il decreto che privatizza l'acqua potrebbe diventare legge, una "scandalosa rapina dell'acqua pubblica, la svendita di un patrimonio comune, mascherata da rivoluzione efficentista..." Per fermare tutto questo è stato lanciato un appello. Per sottoscrivere, premere qui.

Ultimo aggiornamento ( marted́ 30 giugno 2020 )