Le pinocchiate ed il paese che langue
Scritto da Eva Panitteri   
martedý 15 marzo 2011

ImagePAESE ITALIA - Mercoledì 9 marzo era previsto alla Camera l’esame della proposta di legge, già approvata in un testo unificato dal Senato, riguardante il fine vita, ovvero le "disposizioni in materia di alleanza terapeutica, di consenso informato e di dichiarazioni anticipate di trattamento" vedi (C. 2350-A). In quella sede è stata presentata una questione sospensiva ed il seguito del dibattito è stato quindi rinviato ad altra seduta. Mentre il Parlamento continua a rimandare l'esame di questioni care al Paese per trovare il modo di far venire alla luce quelle riforme epocali care al governo e tanto pubblicizzate, l'Italia civile rimane in attesa di veder finalmente venire alla luce almeno una riforma che non sia una 'pinocchiata' e che serva veramente al Paese. Sinora, infatti, mancano di arrivare risposte a quanti le attendono sui temi del lavoro e della disoccupazione, della cultura, della salute e dello sviluppo economico: mentre nel Lazio si tagliano gli ospedali a colpi di machete, il Paese intero assiste alla stroncatura del settore delle energie rinnovabili. Porrei a questo punto al governo una domandina facile facile: perchè? In attesa di una cortese risposta, porgo i miei migliori saluti ;-)

Ultimo aggiornamento ( martedý 15 marzo 2011 )