La parola e l’azione alle donne della rete che fanno rete
Scritto da Emma Pietrafesa   
martedì 09 luglio 2013

 

La rete Wister (Women for Intelligent and Smart TERritories) è nata come una piccola e personale mailing list di Flavia Marzano, Presidente degli Stati Generali dell’Innovazione e docente alla Sapienza di Roma in Tecnologie per la Pubblica Amministrazione. All’inizio includeva solo amiche con cui periodicamente scambiare informazioni, commenti, proposte, eventi sulle tematiche di genere soprattutto nel mondo delle tecnologie (ITC). Ma da cosa nasce cosa e, dopo un primo intervento a Smart City Exhibition di Bologna nell’Ottobre 2012 in cui è stata espressa la necessità di garantire inclusione in ogni città che intenda definirsi “smart”, adesso la rete conta più di 250 iscritte, donne di tutte le regioni, di tutte le età, con competenze diverse e tutte convinte dell’importanza di fare squadra, di lavorare insieme per un mondo più giusto e più equo. Un luogo fisico e virtuale in cui parlare di tecnologia, innovazione e partecipazione al femminile e non solo; infatti WISTER, opera all'interno di Stati Generali dell'Innovazione, un'associazione che riunisce oltre cento associazioni, imprese ed individui, il cui scopo è portare l’innovazione nell’agenda politica del paese ad ogni livello come strumento chiave per il suo sviluppo.

 

Ultimo aggiornamento ( mercoledì 10 luglio 2013 )