L'appello di Amesty: salvare Zeinab
Scritto da EP   
mercoledý 12 ottobre 2016

ImageZeinab Sekaanvand è una delle tante, troppe, minorenni (15 milioni) costrette ogni anno al matrimonio. Come riporta il rapporto dell'Unicef diffuso in occasione della Giornata mondiale delle bambine e delle ragazze celebrata l'11 ottobre. «Il matrimonio infantile esemplifica come le bambine più povere del mondo debbano portare sulle spalle il peso maggiore dello svantaggio, soprattutto quelle che vivono in comunità emarginate nelle zone rurali dell’Africa subsahariana e dell’Asia meridionale, dove la pratica è più comune». Sono parole di Angélique Kidjo, artista pluripremiata e Goodwill Ambassador UNICEF, nel “Punto Di Vista” a pagina 38 del Rapporto. Kidjo sottolinea: «Senza progressi più rapidi, entro il 2030 circa 950 milioni di donne si saranno sposate sotto i 18 anni, rispetto ai 700 milioni di oggi». Zeinab, 22 anni, già da domani 13 ottobre potrebbe essere impiccata per essersi difesa, uccidendolo, dal marito violento. Amnesty International, accendendo i riflettori sulla sua storia, chiede di sospendere la condanna a morte ed iniziare un regolare processo, e “di mettere un freno alle continue vessazioni e discriminazioni sulle donne, dentro e fuori il matrimonio.” (Repubblica.it)

Ultimo aggiornamento ( mercoledý 12 ottobre 2016 )