FORBICE SALARIALE: impressionate per le donne Manager
Scritto da Eva Panitteri   
marted́ 19 novembre 2019

ImageAllarmanti disparità verso le donne emergono dal rapporto di Badenoch + Clark che realizza analisi differenziate per i settori del mercato retributivo italiano. Uno studio condotto in collaborazione con JobPricing che traccia “un’analisi approfondita dei principali ruoli organizzativi” rivela che le donne manager delle società quotate alla Borsa italiana guadagnano molto ma molto meno degli uomini negli stessi incarichi e posizioni, sino ad un delta del 70% (in meno!) per i “profili esecutivi”. «Il numero complessivo di donne nei Board aziendali, a giugno 2017 è pari al 33,6%”, cresciuto di circa 6 volte nell’ultimo decennio senza dubbio grazie alla legge n. 120 del 12 luglio 2011 per la promozione dell’equilibrio di genere negli organi sociali delle aziende quotate.» Ma un «minore accesso a posizioni di vertice si traduce automaticamente in minore opportunità di guadagno». I grafici della discriminazione salariale di questo studio sono impressionanti, al contempo allarmanti e disarmanti, in un paese che, come l’Italia, sancisce uguaglianza e pari opportunità tra uomini e donne sin dal 1948 con la Costituzione: Art. 37 - La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore.

Ultimo aggiornamento ( marted́ 30 giugno 2020 )