Una donna alla guida del Paese
Scritto da Surfing   
mercoledý 04 aprile 2018

ImageIl Regno Unito ha avuto la Thatcher e la May, la Germania la Merkel, l’India Indira Gandhi, la Liberia Ellen Johnson Sirleaf. Solo per fare alcuni esempi di una normalità che ci precede. Anche noi abbiamo bisogno di una donna che guidi il Paese.” Queste le condivisibili parole di apertura dell’articolo di Linda Laura Sabbadini dal titolo “Donna premier, normalità di una rivoluzione” pubblicato il 4 aprile dal quotidiano ‘La Stampa’ per i soli occhi degli/delle abbonati/e. Dopo aver elencato “barriere e tabù” che le donne italiane hanno già scardinato, a partire dalle 21 madri costituenti sino alle ministre Emma Bonino agli Esteri e Roberta Pinotti alla Difesa, Sabbadini sottolinea come, avere donne alle maggiori cariche dello stato, sia “l’esito naturale della nuova normalità costruita dalle donne”. Bisogna tuttavia insistere, accelerando la rimozione di quegli ostacoli fondamentali che ancora oggi in Italia mettono un freno alla realizzazione della parità uomo/donna con inaccettabili mancanze ed assenze: “l’arroccamento maschile nelle posizioni di potere” e la rimozione dei tabù che permangono “nei nostri cervelli”. Solo così -conclude Sabbadini- si potranno vincere “l’arretratezza culturale e le diseguaglianze nel nostro Paese”.

Ultimo aggiornamento ( mercoledý 04 aprile 2018 )