Bruxelles: Audizione pubblica del P E «Molestie sessuali sul luogo di lavoro ».
Scritto da Marisa Giuliani   
domenica 25 novembre 2007

Image Le molestie sessuali sul lavoro: un fenomeno grave ed importante! Un fenomeno che resta ancora nell’ombra. E di cui la Direttiva 2002/73/CE sulla parità di trattamento tra donne e uomini nel lavoro ci da una definizione: «Comportamento indesiderato. Abuso ripetuto. Minaccia ricorrente, verbale o non verbale». Un rapporto spagnolo del 2003 ha individuato 40 comportamenti discriminatori considerati molestie. In una ricerca 2005-2007, presentata dagli esperti europei durante l’audizione di mercoledì scorso alla Commissione per i Diritti della Donna del Parlamento Europeo, il 10% di lavoratrici e lavoratori intervistati in 40 paesi hanno dichiarato di essere stati vittime di molestie.

Principalmente le donne, di più le giovani e le migranti. Per quanto concerne la Direttiva esistono problemi di trasposizione negli ordinamenti giuridici di vari Stati membri, connessi alla definizione di molestia sessuale, per esempio in presenza di abuso d’autorità. Ulteriore difficolta , in materia di competenze degli organismi di pari opportunità (equality bodies) ai quali si ricorre per denunciare i fatti in caso di molestie sessuali nelle imprese, in quei Paesi dove il sindacato è più debole. Il 26 aprile 2007, i partenaires sociali europei ( Ces, Businesseurope, L’ Ueapme, Il Ceep) hanno ufficialmente firmato un accordo-quadro contro le molestie e la violenza sul lavoro.

Stefan Clauwaert, ricercatore alla Confederazione Europea dei Sindacati (CES), ha sottolineato come nell’accordo (che deve essere attuato entro aprile 2010) si sia scelto di parlare di descrizione e non di definizioni delle molestie perchè le definizioni non sottolineavano sufficentemente la prevenzione. Il valore aggiunto dell’accordo è costituito dal suo largo raggio d’applicazione e concerne tutti i tipi di violenza in qualsiasi settore lavorativo, indipendentemente dal contratto. In molti Paesi si stanno apprestando le traduzioni dell’accordo, per averlo a livello di negoziati nazionali, e diffonderlo rapidamente. Gli eurodeputati come tutti i partecipanti hanno raccomandato la « tolleranza zero » verso le molestie e la violenza sui luoghi di lavoro.

Marisa Giuliani (Bruxelles, 25 novembre 2007) ; Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

Ultimo aggiornamento ( luned́ 26 novembre 2007 )