spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

CERCATECI ANCHE SUI SOCIAL @powergender

Calendario Eventi


 
Settembre 2019 Ottobre 2019 Novembre 2019
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 40 1 2 3 4 5 6
Settimana 41 7 8 9 10 11 12 13
Settimana 42 14 15 16 17 18 19 20
Settimana 43 21 22 23 24 25 26 27
Settimana 44 28 29 30 31
 


AFFI

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home arrow Argomenti arrow Politica arrow Governo arrow REDDITI “DI CITTADINANZA” e Dichiarazione dei redditi.
REDDITI “DI CITTADINANZA” e Dichiarazione dei redditi. PDF Stampa E-mail
Scritto da Irene Giacobbe   
martedì 22 gennaio 2019
ImageRoma 22 gen 2019 - Il premier italiano Giuseppe Conte, in una lunga intervista per “la Stampa” raccolta da Francesco Bei il 17 gennaio, ha illustrato le modalità per l’entrata in vigore del reddito di cittadinanza. Ad alcune precise domande del giornalista circa “…l’elevatissima presenza in Italia di furbetti dell’Isee”, il premier ha risposto: “Questa riforma contiene contromisure adeguate e in fase attuativa saremo molto vigili con i furbi”. Il giornalista ha insistito: “Ma lo stato Italiano è in grado di capire chi imbroglia?“ e il premier ha risposto: “ Abbiamo predisposto strumenti di controllo in modo da poter incrociare le banche dati e di permettere all’INPS e alla Guardia di finanza di fare tutte le verifiche sulle dichiarazioni Isee”; ancora Bei insiste: “Lei sottovaluta l’inventiva degli italiani!” Risposta: “E lei sottovaluta il fatto che abbiamo previsto il carcere fino a sei anni per chi fornisce dati falsi o continua a lavorare in nero - Mi sembra una pena sufficiente a scoraggiare qualsiasi furbetto.” 

Queta lunga premessa è indispensabile per raccontare come si ruba ai poveri per regalare ai ricchi.  argomento  anche del nostro articolo sul rapporto OXFAM... 

 In Italia vivono in povertà assoluta 5 milioni e più persone (1 milione e 778mila famiglie)  e in una condizione di povertà relativa oltre 3 milioni e 171 mila famiglie.(ISTAT rapporto 2018 )* 

Le donne in povertà assoluta sono 2,5 milioni, i minorenni 1,2 milioni, i giovani tra 18 e 34 anni poco più di un milione;  gli anziani 611 mila.  I più poveri tra i poveri sono gli stranieri 1milione 5oo mila che rischiano di essere discriminati ed esclusi.    Tra questi sarà ripartito  un sostegno al reddito di 8 miliardi di Euro (che ingloba i fondi già disponibili 2019 e 2020 del  REI Reddito di inserimento dei Governi Renzi e Gentiloni) vale a dire 8 miliardi diviso 6,5 milioni di persone fa circa 103 euro al mese.(sole 24H)** 

Per controllare l'Isee di questi ultimi e far si che non dichiarino il falso scenderanno in assetto da verifica incrociata INPS, Guardia di finanza, Centri per l’Impiego e amministrazioni diverse per punire “ con il Carcere fino a 6 anni” i poveri.   

Ma, quanti di meno sono I RICCHI  che non dichiarano redditi e frodano il fisco e tutti gli italiani/e per 120 miliardi l’anno?   (Quasi 100 miliardi di tasse EVASE  e più di 11 miliardi di contributi INPS non versati+ IRAP,IMU, IVA) (dati Quifinanza)*** 
Sono poche centinaia di migliaia che vengono premiati annualmente, abbonando  furti al fisco e false dichiarazioni senza neanche un giorno di carcere ?
controlli incrociati INPS, Guardia di Finanza, Camere di commercio, Registro automobilistico, Registro navale, Catasto urbano e dei terreni, Transazioni internazionali, come mai restano  IMPOSSIBILI da realizzare se si tratta di non poveri ma ladri? 
 
Fra chi “ruba” 400 Euro e chi ruba 40 milioni di Euro  (49 per l’esattezza) esiste una misura?  
   

Fonti dati:
*Istat  https://www.istat.it/it/files/2018/06/La-povertà-in-Italia-2017.pdf
***Quifinanza: https://quifinanza.it/tasse/italia-evasione-fiscale-vale-108-miliardi-lanno/231184/
 
 
< Prec.   Pros. >
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB