Parlare Civile
Scritto da Eva Panitteri   
mercoledý 05 giugno 2013

ImageMartedì 11 giugno, a Roma, presso la Camera dei Deputati - Sala Aldo Moro dalle 15:00 alle 16:30 presentazione del libro “Parlare civile. Per una comunicazione che non discrimina. Da clandestino a femminicidio, la cura incessante delle parole”. Secondo Stefano Trasatti, Direttore Redattore Sociale: “Usando le parole sbagliate in pochi minuti si possono compromettere anni di lavoro contro i pregiudizi”. Il libro a cura di Redattore Sociale in collaborazione con l’associazione Parsec (Bruno Mondadori, aprile 2013), è il primo testo in Italia che individua i principali temi a rischio di discriminazione e segnala il linguaggio più appropriato per parlarne correttamente. Sotto la lente d’ingrandimento le questioni della Disabilità, di Genere e orientamento sessuale, d’Immigrazione, Povertà ed emarginazione, Prostituzione e tratta, Religioni, Rom e Sinti, Salute mentale.

Otto aree tematiche che occorre affrontare con “precisione” e dove “bisogna avere consapevolezza del significato, del peso delle parole”. Un minidizionario che identifica alcune parole chiave, a cui se ne collegano altre. “Non una nuova opera di denuncia della cattiva informazione, né uno strumento di censura o di intralcio al lavoro giornalistico, e neppure un repertorio del politically correct. Un libro di servizio che, senza ideologia e attraverso opinioni diverse, cerca di indicare una direzione responsabile alla comunicazione pubblica, giornalistica e politica, di chiarire i dubbi e contestualizzare l’uso di termini spesso abusati nelle cronache quotidiane. Per una trasmissione corretta sui mass media e per ridurre il rischio di discriminazione”. Le conclusioni dei lavori saranno a cura di Laura Boldrini , Presidente della Camera dei Deputati.

Ultimo aggiornamento ( mercoledý 05 giugno 2013 )